Ackermann non riesce a rimontare in tempo su Theuns © Bettiniphoto
Ackermann non riesce a rimontare in tempo su Theuns © Bettiniphoto

Theuns beffa Ackermann alla Primus Classic, i favoriti del mondiale scaldano la gamba

Ultime premondiali in Belgio, con la Primus Classic che vedeva davvero un gran novero di favoriti per la prova di Harrogate al via: su tutti, Peter Sagan, Mathieu Van Der Poel e Greg Van Avermaet. Tutti e 3 hanno dimostrato una grande condizione in vista dell’appuntamento iridato, ma a spuntarla per il successo finale è stato Edward Theuns (Trek-Segafredo), grazie ad un bel contrattacco negli ultimi 3 km di gara, col quale ha evitato per un soffio la rimonta in volata di Pasckal Ackermann (Bora-Hansgrohe), al quale son mancati non più di 10 metri.

In principio era la fuga del mattino, con dentro tra gli altri Michael Schär (CCC Team), bravo a resistere e raggiunto tramite contropiede a Chaussé d’Ottenbourg  dal compagno di squadra Nathan Van Hooydock. Nella parte più dura della corsa, caratterizzata da diversi strappi del Brabante, fa capolino Mathieu Van Der Poel, che attacca ai -44 sul muro di Moskenstraat: alla sua ruota si portano, non senza difficoltà, Greg Van Avermaet e Peter Sagan. Dopo alcuni chilometri di scatti e controscatti, il gruppo si ricompatta con Schär e Van Hooydonck che proseguono al comando con una manciata di secondi, verso un finale pianeggiante che porta all’arrivo di Haacht.

Con i due CCC ripresi ai -7, l’epilogo della volata sembra ormai scontato, ma la Trek-Segafredo non sembra d’accordo: per questo si lancia all’attacco Jasper Stuyven. Quando il belga sta per essere ripreso, si lancia al contrattacco Edward Theuns: il gruppo si sfalda, con Peter Sagan che si lancia in caccia del belga per quasi 2 km per favorire il suo capitano Ackermann. Nonostante il lavorone del campione slovacco, un Theuns ormai finito e lo splendido scatto di Ackermann, è comunque il corridore della Trek a tornare al successo dopo 2 anni dall’ultima volta.  Sul podio con Ackermann ci sale Jasper De Buyst (Lotto Soudal), unico a restargli quanto meno in scia, mentre è 4° Dylan Groenewegen (Jumbo-Visma) su Jerôme Baugnies (Wanty – Groupe Gobert). Incoraggiante 6° posto, vista la caratura della corsa, per Jakub Mareczko (CCC Team), che precede il suo capitano Van Avermaet e Giacomo Nizzolo (Dimension Data), ottavo anche oggi. Completano la top ten Mike Teunissen (Jumbo-Visma) e Cyril Lemoine (Cofidis).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile