La nazionale azzurra per il Mondiale nello Yorkshire © FCI
La nazionale azzurra per il Mondiale nello Yorkshire © FCI

Mondiali, domani la gara élite: quanti talenti al via! – La startlist

Il gran giorno è arrivato: domani è il momento del Campionato del Mondo élite in linea, l’appuntamento probabilmente più atteso nel calendario internazionale. La distanza è monstre, 280 km, per una lunghezza toccata in stagione solo dalla Milano-Sanremo, ma le difficoltà altimetriche sono ovviamente tutte a favore della prova britannica, ricca di saliscendi e che, nel lungo tratto in linea di 183.2 km da Leeds, permetteranno già di selezionare la corsa. Il circuito di Harrogate da 13.8 km sarà affrontato per sette volte.

Sono addirittura 197 gli atleti al via, in deroga al limite valido per le altre gare della stagione. L’Italia può contare su otto dorsali, con gli atleti in ordine alfabetico e con i dorsali da 26 a 33: gareggeranno Alberto Bettiol, Davide Cimolai, Sonny Colbrelli, Gianni Moscon, Salvatore Puccio, Matteo Trentin, Diego Ulissi e Giovanni Visconti.

Il numero 1, ovviamente, va al campione uscente, lo spagnolo Alejandro Valverde, che avrà vita durissima nel cercare di difendere il titolo. Difficile indicare il nome di un favorito, ma forse le preferenze della vigilia vanno su Mathieu van der Poel, spauracchio per tutti e capitano di una selezione dei Paesi Bassi di qualità. Le principali opzioni sono sul francese Julian Alaphilippe e sullo slovacco Peter Sagan, sempre desideroso di scrivere per la quarta volta il proprio nome nell’albo d’oro.

La palma di nazionale faro spetta al Belgio: Philippe Gilbert è in forma invidiabile, Greg Van Avermaet è il solito metronomo e, oltre agli altri, c’è un Remco Evenepoel utile come mina vagante e difficilmente catalogabile. Altro nome di giovane talento da cui ci si aspetta qualcosa è Tadej Pogacar, alfiere di una Slovenia interessante. È sempre presente in questo tipo di prove l’australiano Michael Matthews, di cui forse si parla troppo poco.

In caso di gara dura altri nomi da seguire sono quelli dei danesi Jakob Fuglsang e Michael Valgren, del kazako Alexey Lutsenko, del britannico Adam Yates, dello svizzero Marc Hirschi, del ceco Zdenek Stybar e del sudafricano Daryl Impey. Se, invece, si arrivasse in volata, il norvegese Alexander Kristoff, l’irlandese Sam Bennett, i tedeschi Pascal Ackermann e John Degenkolb.

Consulta qui la startlist

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile