Eli Iserbyt conquista il Poldercross © Belga
Eli Iserbyt conquista il Poldercross © Belga

Poldercross, vincono Iserbyt e Worst. Si vedono davanti Arzuffi e Lechner

Terza prova e terzo vincitore differente per l’Ethias Cross: dopo l’affermazione di Sweeck a Eeklo e quella di Vanthourenhout a Meulebeke, oggi a Kruibeke, sede del Poldercross, a tagliare il traguardo per primo è stato Eli Iserbyt. Il ventiduenne della Pauwels-Sauzen Bingoal ha fatto la differenza, in un avvio di stagione che è per lui brillantissimo: senza Van Aert e Van der Poel, è lui il faro del ciclocross come testimoniano le vittorie nelle prove statunitensi della Coppa del Mondo. Il belga ha superato di 22″ Toon Aerts (Telenet Baloise Lions) e di 1’03” Quinten Hermans (Telenet Baloise Lions).

Anche nella prova femminile si assiste ad un cambio sul gradino più alto del podio: reduce dal secondo posto di sabato scorso, Annemarie Worst si è involata per andare a centrare la prima gioia del suo autunno. La neerlandese della 777, indossando la maglia di campionessa europea, ha distanziato di 34″ la connazionale a compagna di squadra Yara Kastelijn mentre si deve accontentare della terza piazza a 42″ l’altra oranje, Ceylin del Carmen Alvarado (Corendon-Circus) dominatrice sino a questo punto delle gare europee. Buoni segnali giungono dalle due italiane al via: Alice Maria Arzuffi (777) è quinta a 56″ subito davanti a Eva Lechner (Creafin-Fristads), sesta a 1′.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile