Un sorridente Manuele Mori alla Milano-Torino © Bettiniphoto
Un sorridente Manuele Mori alla Milano-Torino © Bettiniphoto

Il toscano Manuele Mori decide di chiudere la propria carriera agonistica

Con un messaggio pubblicato sul proprio profilo Instagram Manuele Mori comunica il ritiro dall’attività agonistica all’età di 39 anni. Il toscano, passato professionista nel 2004, ha militato per cinque anni alla Saunier Duval prima di far parte sin dal 2009 della Lampre, poi divenuta UAE Team Emirates; gregario impeccabile con 14 grandi giri e 38 classiche monumento affrontate, Mori vanta la vittoria nel 2007 della Japan Cup, paese nel quale avrebbe dovuto effettuare le ultime pedalate ma che, a causa della caduta patita alla Milano-Torino, ha dovuto rinunciare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

A 39 anni dopo 33 anni passati sopra ad una bici con un numero dietro la schiena e 16 anni da professionista (14 Grand Tour e 38 monumento) è arrivato il momento di scendere e iniziare una nuova vita. Sinceramente non mi ero immaginato di dover concludere così…. fermo su un divano con un tutore al braccio con una clavicola lussata e vari ematomi sul corpo rimediati alla Mi-To…. Oggi avrei dovuto essere in Giappone per correre la mia ultima corsa alla #japancupcriterium e chiudere con una passerella tra tutti i miei numerosi tifosi….ma gli infortuni fanno parte di questo mestiere e io lo so bene… Ma allo stesso tempo mi reputo fortunato perché sono riuscito a far diventare la mia passione un lavoro, questo grazie a mio babbo, mia mamma e mio fratello @mori_massimiliano che mi hanno fatto innamorare di questo stupendo sport, mia moglie che in questi 16 anni mi ha supportato e sopportato e Mauro Gianetti che nel 2004, già élite, ha creduto in me e Giuseppe Saronni che nel 2009 mi ha voluto nella sua squadra. Un grazie speciale va ha tutte le persone che in questi anni ho incontrato lungo la mia strada e che con la loro passione e la loro professionalità mi hanno permesso di poter svolgere il mio mestiere al 110%. Un saluto speciale va a tutti i miei compagni, con i quali in questi anni ho condiviso gioie e dolori, ma sempre con un rapporto di amicizia che ci legava e che mi ha permesso di alleviare le fatiche e gioie per le vittorie come fossi io a vincere. Infine voglio ringraziare tutti i tifosi, che lungo le strade e non, mi hanno incitato e spronato a dare il massimo. Spero di aver trasmesso in voi anche una minima parte delle emozioni che voi avete dato a me. . . @uae_team_emirates @colnagoworld @met_helmets @gloryfy @vittoriacycling @championsystemeurope #maurogianetti #giuseppesaronni #uaeteamemirates #colnago #ridetogether #yearoftollerance #methelmets #gloryfy #unbreakable #vittoriacycling #ciclismo #cycling #cyclist #cyclinglife #cyclinglove

Un post condiviso da Manuele Mori (@manuelemori) in data:

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile