La nazionale algerina in una foto d'archivio © Facebook
La nazionale algerina in una foto d'archivio © Facebook

GP Chantal Biya, è festa per l’Algeria: ultima tappa ad Hamza, generale a Lagab

Con una volata a ranghi compatti si è conclusa l’edizione 2019 del Gran Prix Chantal Biya, corsa camerunese dedicata alla first lady del paese africano. La Sangmelima-Douala di 166.2 km ha visto prevalere l’algerino Yacine Hamza (Algeria) davanti ai neerlandesi Florian Smits (Global Cycling Team) e Arjan Hofman (Global Cycling Team), al camerunese Clovis Kamzong (SNH Vélo Club), ai ruandesi Didier Munyaneza (Ruanda) e Jean Claude Nzafashwanayo (Ruanda).

La classifica generale non ha conosciuto modifiche per qui a conquistare la generale è un altro atleta algerino, il trentunenne Azzedine Lagab, al comando della prova sin dalla frazione inaugurale. Seguono nella graduatoria lo slovacco Marek Canecky (Dukla Banská Bystrica), Arjan Hofman, Didier Munyaneza e il francese Alexandre Join (Auvergne Rhône Alpes) tutti a 8″, il neerlandese Bryan van Rutten (Global Cycling Team) a 13″, Florian Smits, Clovis Kamzong, il francese Anthony Delon (Auvergne Rhône Alpes) e il camerunese Artuce Tella (SNH Vélo Club) appaiati a 18″.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile