Ceylin del Carmen Alvarado vince a Bruxelles © Belga
Ceylin del Carmen Alvarado vince a Bruxelles © Belga

Sailin’ Ceylin: vento in poppa per Del Carmen

Anche a Bruxelles la giovane olandese vince e ipoteca il DVV Trofee a una tappa dalla fine. Nona e undicesima Lechner e Arzuffi

Continua il momento d’oro di Ceylin del Carmen Alvarado, alla quarta vittoria consecutiva nel DVV Trofee, challenge che sta letteralmente dominando in questa stagione di sua esplosione nel cross femminile. La 21enne olandese si è oggi imposta nella settima tappa, a Bruxelles, piegando la connazionale Annemarie Worst nell’ultimo giro: l’atleta di origini caraibiche ha alzato il livello dello scontro spingendo l’avversaria a un doppio errore proprio nell’ultima tornata, e ha così tagliato il traguardo a braccia alzate con 9″ di vantaggio.

La gara si è praticamente cristallizzata già nel primo giro, con l’attacco di Annemarie Worst a cui hanno risposto Ceylin del Carmen Alvarado e Anna Kay; poi la britannica ha perso contatto e si è ritrovata con Sanne Cant in una fiera lotta per il podio, mentre le prime due si sono involate nella seconda delle cinque tornate. La situazione non è più cambiata fino alla fine, di fatto, con Katie Compton rimasta sempre un passo indietro rispetto a Cant-Kay, e – unico elemento di movimento delle posizioni – con Eva Lechner impegnata in una bella rimonta che l’ha portata a ridosso delle primissime: nel primo giro l’altoatesina era scivolata, restando parecchio attardata, ma poi come spesso le accade ha carburato risalendo fino alla sesta posizione, prima di appassire però nell’ultimo giro, laddove è stata superata da diverse atlete. Alice Maria Arzuffi, dopo la (purtroppo per lei) classica partenza lenta, non ha avuto stavolta la forza per effettuare uno dei suoi ormai celebri recuperi fino alle prime posizioni.

Riepilogo dell’ordine d’arrivo: Ceylin del Carmen Alvarado ha preceduto di 9″ Annemarie Worst. A seguire Sanne Cant a 1’12”, Anna Kay a 1’21”, Katie Compton a 1’35”, Manon Bakker a 2’21”, Marion Norbert Riberolle a 2’31”, Yara Kastelijn (autrice di una prova molto “fallosa”, nel senso di diversi errori di guida da parte sua) a 2’34”, Eva Lechner (nona) a 2’38”, Ellen Van Loy a 2’41”. 11esima Alice Maria Arzuffi a 3’03”. In classifica CDCA guida con 2’10′” su AMW, con la Kastelijn terza a 10’21”, Eva Lechner quarta a 12’05”, e Alice Maria Arzuffi che perde la quinta posizione, superata da Sanne Cant (rispettivamente 12’41” e 12’49” i distacchi dell’iridata e dell’azzurra). Ultima tappa l’8 febbraio a Lille.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile