Ben Hermans in maglia Israel Start-Up Nation © Israel Start-Up Nation
Ben Hermans in maglia Israel Start-Up Nation © Israel Start-Up Nation

Tour Down Under, fratture multiple per Ben Hermans. Botte anche per Viviani e Yates

Nella caduta avvenuta nel finale della tappa odierna del Tour Down Under le conseguenze peggiori le ha patite Ben Hermans. Il belga della Israel Start-Up Nation ha riportato una frattura complessa della spalla, la frattura della clavicola e la frattura di alcune costole. Il trentatreenne verrà operato in Belgio ed è atteso ad un periodo di riposto non inferiore ai due mesi; non è il primo infortunio recente per l’ex BMC, che nel 2019 a causa di un problema al ginocchio ha dovuto saltare il Giro d’Italia.

Nello stesso incidente è stato coinvolto anche Elia Viviani: per il veronese della Cofidis nessuna frattura ma le botte e le escoriazioni nel lato sinistro del corpo, compreso un fastidio al ginocchio, causano parecchio dolore al campione europeo, che deciderà domattina se proseguire la corsa oppure no. Finiti a terra anche Richie Porte e Simon Yates; se l’australiano della Trek-Segafredo non ha riportato conseguenze, il britannico della Mitchelton-Scott ha un dolore al ginocchio sinistro e anche nel suo caso il via domani non è certo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile