Il podio del GP Manavgat © Twitter
Il podio del GP Manavgat © Twitter

Si corre anche in Turchia: il Gp Manavgat va a Branislau Samoilau

Il sempre ricco calendario turco ha oggi offerto una nuova prova in linea di categoria 1.2, il GP Manavgat, gara di 114 km disputata attorno all’omonima città situata sulla costa mediterranea nella provincia sudoccidentale di Adalia. Ad imporsi è stata una vecchia conoscenza del ciclismo di alto livello come Branislau Samoilau.

Il bielorusso ex Acqua & Sapone, Quick Step, Movistar e CCC, nonostante sia prossimo alle trentacinque primavere, continua ad accumulare affermazioni – dal 2018 sono ben nove le gare vinte a livello UCI. Sul podio assieme al portacolori del Minsk Cycling Club sono saliti l’ucraino Anatoliy Budyak (Wibatech Merx), superato nello sprint a due, e il turco Onur Balkan (Salcano-Sakarya), distanziato di 51″.

Seguono il bielorusso Vasili Strokau (Minsk Cycling Club) a 51″, il turco Feritcam Samli (Spor Toto CT) a 55″, l’ucraino Vitaliy Buts (Ucraina), il kazako Sergey Luchshenko (Kazakistan), il turco Emre Yavuz (Salcano-Sakarya), il kazako Roman Vassilenkov (Kazakistan) e il bielorusso Yauheni Karaliok (Minsk Cycling Club), tutti a 1’02”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile