Xandro Meurisse vince a Caravaca de la Cruz © Vuelta a Murcia
Xandro Meurisse vince a Caravaca de la Cruz © Vuelta a Murcia

Fuga bidone nella prima tappa della Vuelta a Murcia, vince il belga Xandro Meurisse

Un copione inaspettato ha caratterizzato la prima delle due tappe della Vuelta a Murcia: nei 177 chilometri da Los Alcázares a Caravaca de la Cruz, infatti, una fuga di dieci corridori è riuscita a prendere il largo ed il plotone principale non ha mai reagito né abbozzato un inseguimento, anche perché molte delle squadre più importanti avevano un loro rappresentante. Domani nell’ultima tappa la lotta per la classifica finale sarà quindi ristretta ai soli uomini che facevano parte oggi del gruppo di testa.

I protagonisti dell’azione del giorno sono stati Héctor Carretero (Movistar Team), Sergio García (Kometa Xstra), Lennard Kämna (Bora-Hansgrohe), Josef Cerny (CCC Team), Xandro Meurisse (Circus-Wanty Gobert), Antonio Jesus Soto (Euskadi-Orbea), Jefferson Cepeda (Caja Rural), Adam De Vos (Rally Cycling), Thibaut Guernalec (Team Arkéa Samsic) e Nikita Stalnov (Astana) che negli ultimi chilometri si sono dati battaglia con attacchi e contrattacchi: il finale verso Caravaca de la Cruz era tutto in lieve e costante ascesa, ma le pendenze molto pedalabili hanno fatto sì che nessuno riuscisse a fare la differenza e tutto si è giocato sul muro finale all’ultimo chilometro.

A cogliere la vittoria è stato il belga Xandro Meurisse, 28enne della Circus-Wanty Gobert che non riusciva a trovare la soddisfazione di un successo da circa un anno e mezzo. Gli uomini di testa sono arrivati tutti leggermente sfilacciati con differenze di un paio di secondi uno dall’altro: secondo si è classificato il campione canadese Adam De Vos, in terza posizione è arrivato il ceco Josef Cerny, quarto Thibaut Guernalec, quinto Lennard Kamna e sesto Nikita Stalnov. Il plotone ha chiuso con 16’35” di ritardo.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile