Un'immagine della presentazione del prossimo Tour de France © ASO
Un'immagine della presentazione del prossimo Tour de France © ASO

Accordo ASO-Eurosivion Sport: la RAI trasmetterà il Tour de France almeno fino al 2025

Arrivano notizie importanti per quanto riguarda il ciclismo in televisione: il gruppo Eurovision Sport dell’EBU e la società ASO che organizza il Tour de France hanno infatti annunciato di aver raggiunto un accordo per i diritti televisivi della Grande Boucle almeno fino a tutto il 2025; di fatto questo accordo prolunga quello precedente già in essere che sarebbe scaduto alla fine del 2023. Il Tour de France sarà quindi disponibile in 54 paesi, e tra i membri dell’EBU che trasmetteranno la corsa in chiaro c’è anche la RAI che sarà affiancata anche dalle televisioni di Belgio (RTBF e VRT), Paesi Bassi (NOS), Svizzera (SRF, RTS e RSI), Regno Unito e Irlanda (ITV), Spagna (RTVE), Portogallo (RTP), Danimarca (TV2), Norvegia (TV2), Lussemburgo (RTL), Slovacchia (RTVS) e Slovenia (RTVSLO). Il pacchetto comprenderà altre gare di prestigio di ASO e, per la prima volta, anche la Freccia Vallone, la Liegi-Bastogne-Liegi e La Course by le Tour femminili.

Un altro accordo è stato invece raggiunto da Eurovision Sport con Unipublic per quanto riguarda la Vuelta a España e sempre fino al 2025: la corsa sarà trasmessa in chiaro in Belgio (VRT), Paesi Bassi (NOS), Danimarca (TV2) e Norvegia (TV2). In questo accordo ricadranno, dal 2021, anche la Madrid Challenge e la Clasica San Sebastian femminili. Sia il Tour de France che la Vuelta a España continueranno anche ad essere trasmesse in tutta Europa da Eurosport.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile