Nicole Steigenga vittoriosa nell'ultima tappa © Dubai Women's Tour
Nicole Steigenga vittoriosa nell'ultima tappa © Dubai Women's Tour

Van der Haar vince il Dubai Women’s Tour; ultima tappa a Steigenga, terza Cipriani

Un finale incertissimo ha caratterizzato la prima edizione del Dubai Women’s Tour e per decretare il nome della vincitrice finale della corsa tutto si è giocato sui piazzamenti nella volata del gruppo. La quarta ed ultima tappa era infatti partita con la bielorussa Tatsiana Sharakova in vantaggio di 4″ sulla britannica Lucy Van der Haar, ma l’atleta della Hitec Products era riuscita colmare l’intero distacco grazie agli abbuoni ai traguardi volanti.

Le due atlete sono arrivate quindi a pari tempo negli ultimi chilometri di gara e così, calcolando la somma dei piazzamenti delle varie tappe, la vittoria finale sarebbe andata a colei che si sarebbe piazzata meglio sul traguardo indipendentemente dalla posizione: Lucy van der Haar ha vinto la volata di gruppo chiudendo sesta, Tatsiana Sharakova ha chiuso ottava e la classifica generale ha quindi perso la strada verso il Regno Unito. Al terzo posto ha chiuso la giordana Samah Khaled a 12″, mentre tra le italiane dell’Aromitalia-Basso Bikes-Vaiano si registrano il quinto posto di Carmela Cipriani, il nono di Anastasia Carbonari e l’undicesimo di Giulia Marchesini.

La marcatura stretta tra Van der Haar e Sharakova, ha favorito la buona riuscita di una fuga di cinque atlete partita negli ultimi 20 chilometri di gara. La fuga era formata da Sara van de Vel (Ciclotel), Nicole Steigenga (Doltcini), Amalie Lutro (Hitec), Olivia Baril (Macogep) e Carmela Cipriani (Vaiano): il vantaggio massimo è stato anche di 45″ e per qualche chilometro Baril e Cipriani hanno sognato di fare anche il colpaccio in classifica generale. Nel finale il gruppo ha rimontato e così l’unica lotta tra le battistrada è stata in volata per la vittoria di tappa: a spuntarla è stata la neerlandese Nicole Steigenga che ha preceduto nettamente Amalie Lutro e Carmela Cipriani. Sfortunata Olivia Baril che ha perso l’aggancio del pedale mentre era testa e testa con la vincitrice, quinto posto per una generosissima Sara van de Vel, di gran lunga la più attiva nella fuga.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile