Lo sprint di Haig alla Vuelta a Andalucía © Getty Images
Lo sprint di Haig alla Vuelta a Andalucía © Getty Images

Vuelta a Andalucía, Haig precede Fuglsang e Landa a Granada

Tanta selezione nell’ultima tappa di montagna della Vuelta a Andalucía, la breve ma intensa Villanueva Mesia-Granada, 125 km con lo spauracchio dell’Alto del Purche a 18 km dal traguardo, una versione appena più corta dell’Alto del Monachil, una delle più dure salite andaluse spesso scenario di lotta nella Vuelta a España. L’ha spuntata Jack Haig, che dopo aver resistito alla selezione operata in salita l’ha spuntata allo sprint sul leader della classifica Jakob Fuglsang (Astana) e su Mikel Landa (Bahrain-McLaren), ottenendo così il suo 2° successo da professionista a 2 anni e mezzo dalla vittoria di tappa ottenuta al Giro di Polonia.

La frazione ha visto nelle prime fasi di gara formarsi una fuga nutrita da ben 18 corridori, tra i quali anche Sonny Colbrelli (Bahrain-McLaren): il tentativo tuttavia non prendeva corpo, raggiungendo un vantaggio massimo di 3′ ed esaurendosi sulle prime rampe dell’Alto, una salita di quasi 9 km con pendenza media dell’8%.  Fino ad allora, la Bahrain-McLaren, forte dei suoi 3 uomini in classifica a ridosso di Fuglsang, aveva cercato di tenere alta l’andatura per isolare il leader danese della classifica; era tuttavia lo stesso leader a muoversi in prima persona a 24 km dall’arrivo, facendo saltare già Pello Bilbao e Dylan Teuns, con i soli Mikel Landa, Brandon McNulty (UAE Team Emirates), Jack Haig (Mitchelton-Scott) e Ion Izagirre (Astana Pro Team) che riuscivano ad entrare in cima.

Negli ultimi tratti della salita rimanevano in 3 al comando, con Izagirre che cedeva prima e McNulty solo nell’ultimo chilometro; i tre al comando, dopo essersi studiati nel finale, se la giocavano in volata, con netta vittoria dell’australiano. A 27″, McNulty è riuscito a regolare Izagirre, mentre il gruppetto di una decina di atleti comandato da Dylan Teuns è giunto ad 1’14”, con Marc Soler (Movistar), un notevole Álvaro Cuadros (Caja Rural), il giovane Harm Vanhoucke (Lotto Soudal) e Pello Bilbao nelle prime posizioni.

La nuova classifica, con la sola cronometro finale di Mijas da disputare, vede Fuglsang che continua a comandare di 14″ su Landa, mentre Jack Haig sale in terza posizione nella generale, a 35″. Sale anche Ion Izagirre, ora quarto ad 1’01”, mentre Pello Bilbao (1’45”) e Dylan Teuns (1’46”) scivolano rispettivamente a quinto e sesto posto.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile