Gli olandesi della Team Sprint a Berlino 2020 © UCI
Gli olandesi della Team Sprint a Berlino 2020 © UCI

Mondiali su pista, Olanda incontenibile: oro e record nella Team Sprint; tra le donne festa per le tedesche

In una giornata baciata da record su record ai Mondiali su pista di Berlino 2020, l’Olanda chiude la partita con l’oro nella Velocità a squadre, ma questo era abbastanza pronosticabile; quel che era meno scontato era che gli oranjes abbattessero per ben due volte il più vecchio primato del ciclismo su pista, quello appunto della Team Sprint, che resisteva dal 5 dicembre 2013 (41″871 della Germania) e che oggi è stato abbassato a 41″275 in semifinale e a 41″225 in finale.

Nel loro percorso netto (iniziato dal primo posto in qualifica nonostante per errore i cronometristi li avessero accreditati del terzo tempo) Harrie Lavreysen, Roy Van den Berg e Jeffrey Hoogland (al primo turno ha gareggiato Matthijs Buchli al posto di quest’ultimo) si sono sbarazzati di Russia e Gran Bretagna. Terzo posto per l’Australia, che nella finalina ha battuto la Francia.

Gioia anche per il pubblico berlinese, il quale ha potuto esultare nella Velocità a squadre femminile con il successo di Pauline Grabosch e Emma Hinze, che in finale hanno battuto le australiane Kaarle McCulloch-Stephanie Morton, e che avevano posto le basi per il successo superando le ostiche canadesi in semi. Bronzo alla Cina (Chen-Zhong) sulla Russia (Voinova-Shmeleva).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile