Tadej Pogacar sul podio all'UAE Tour © LaPresse - Fabio Ferrari
Tadej Pogacar sul podio all'UAE Tour © LaPresse - Fabio Ferrari

UCI World Ranking, lo sloveno Pogacar entra in top ten

Le prime classiche del pavé, il tragicomico (negli eventi susseguitisi fuori dalla corsa) UAE Tour e le prove in linea francesi hanno caratterizzato in prima battuta questa settimana di ciclismo, nel quale l’UCI World Ranking ha conosciuto qualche assestamento di un certo spessore.

Per quanto riguarda la classifica individuale, resta sempre al comando Primoz Roglic ma lo sloveno del Team Jumbo-Visma ha perso i punti dell’UAE Tour 2019, scendendo così a quota 4302.57. Rimangono immutate le altre posizioni del podio, con il danese Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) secondo con 3487.5 punti e il colombiano Egan Bernal (Team Ineos) terzo con 3429.75.

Mantiene il quarto posto il francese Julian Alpahilippe (Deceuninck-Quick Step) con 3401.95 così come lo spagnolo Alejandro Valverde (Movistar Team), nonostante una gara emiratina sottotono, è quinto con 2867. Sale al sesto posto il tedesco Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) che con 2750 punti sopravanza il belga Greg Van Avermaet (CCC Team), settimo con 2720.33. Sempre ottavo con 2704.5 punti il norvegese Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) davanti al compagno di squadra, l’italiano Diego Ulissi, nono a quota 2394; la medesima formazione possiede anche la decima posizione grazie allo sloveno Tadej Pogacar che, in virtù dell’ottimo UAE Tour, guadagna sei posti grazie ai suoi 2330.33 punti.

Qualche modifica è stata registrata anche nella graduatoria per nazioni; non tanto per il podio, con il Belgio sempre in testa con 13771.09 punti davanti all’Italia con 12270.62 e alla Colombia con 11171.54. Sale invece al quarto posto con 10829.95 punti la Francia a discapito dei Paesi Bassi, quinti con 10753.14. Si mantengono sesta la Germania con 9670.52 e settima la Slovenia con 9165.83; sale invece all’ottavo posto con 8987.76 punti l’Australia, facendo scivolare la Spagna al nono posto con 8691.12. Decima piazza, infine, con 8368.19 punti per la Danimarca.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile