Nuovo comunicato dell’UCI: niente corse per tutto aprile, la stagione si allunga

Dopo un incontro tenuto ieri con i rappresentanti di organizzatori, squadre e corridori, e dopo aver valutato la sempre maggiore diffusione del virus, l’Unione Ciclistica Internazionale ha emesso oggi un nuovo comunicato stampa in cui annuncia nuove cancellazioni e inizia a fornire i primi dettagli per quella che sarà la ripresa delle competizioni. Per prima corsa la cancellazione di ogni gara del calendario internazionale è stata estesa fino a tutto il mese di aprile: molte classiche e gare a tappe di primo piano avevano già annunciato lo stop, questo provvedimento fermerà anche tutte le altre prove minori in tutto il mondo.

Per quanto riguarda il ritorno alle competizioni, nel momento in cui sarà possibile, l’UCI ha dichiarato che la priorità sarà data in primo luogo agli eventi già presenti nel calendario al momento della ripresa; in secondo luogo, in base agli spazi disponibili e prendendo in considerazione eventuali sovrapposizioni, ai Grandi Giri e alle Classiche Monumento. Vista la situazione e per favorire eventuali recuperi, l’UCI ha anche annunciato di poter estendere i calendari su strada maschili e femminili fino all’1 novembre 2020 (il termine è fissato attualmente al 20 ottobre) e di poter aumentare il numero di corridori per squadra alle varie corse: queste misure dovranno comunque essere approvate dal Comitato Direttivo e dal Consiglio del Ciclismo Professionistico.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

L’angolo della polemica

Versione stampabile