Il Canada è pronto a "boicottare" il Giochi Olimpici di Tokyo
Il Canada è pronto a "boicottare" il Giochi Olimpici di Tokyo

Giochi Olimpici, aumenta la pressione: senza un rinvio il Canada non manderà atleti

La decisione finale dovrebbe arrivare soltanto tra un mese, ma intanto sul Comitato Olimpico Internazionale aumentano fortemente le pressioni per un rinvio dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Mentre in Giappone si sta lentamente prendendo atto dell’inevitabilità della cosa, la prima nazione a fare una mossa decisa è il Canada che, per motivi di sicurezza, ha deliberato di non mandare i propri atleti ai Giochi Olimpici e Paralimpici nel caso in cui si svolgessero quest’estate; il Comitato Olimpico Canadese ha chiesto un rinvio non di qualche settimana o mese, bensì di un anno fino all’estate 2021 offrendo tutto il supporto possibile per la riscrittura dei vari calendari sportivi.

Altri comitati olimpici e federazioni nazionali avevano già invitato i propri atleti – in maniera informale – a prepararsi per il 2021, ma dopo l’annuncio del Canada altre nazioni potrebbero accodarsi: le possibilità di uno slittamento di data dei Giochi Olimpici si fanno quindi maggiori di giorno in giorno.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

L’angolo della polemica

Versione stampabile