Davide Martinelli in versione "corriere" © Instagram
Davide Martinelli in versione "corriere" © Instagram

I prof e le consegne in bicicletta: altri seguono l’esempio di Davide Martinelli

Una decina di giorni fa era stato il bresciano Davide Martinelli a raccontare la propria esperienza in questi difficili tempi di quarantena: il 26enne dell’Astana ha infatti messo al servizio della comunità, ed in particolare della sua piccola frazione di Lodetto, se stesso e le sue “ormai non molto allenate” gambe per consegnare farmaci e generi alimentari agli anziani o comunque a quelle persone impossibilitate a muoversi in questo periodo. Una decina di chilometri al massimo di pedalata che però viene ripagata dalla gratitudine delle persone e dalla possibilità di ripagare chi per anni lo ha sostenuto nella sua carriera ciclistica.

E adesso anche dall’estero giungono notizie di corridori professionisti che si sono attivati o si stanno attrezzando per imitare l’esempio di Martinelli. Nei Paesi Bassi ad esempio c’è Dylan Groenewegen che, anche per dare visibilità allo sponsor principale della squadra (Jumbo è una catena di supermercato), ha spiegato che in questo periodo di lontananza dalla corse farà servizio a domicilio di prodotti alimentari per anziani e operatori sanitari attraverso la propria bicicletta. Altre ruote velocissime che si sono messe a disposizione sono quelle della belga Jolien D’Hoore che si è proposta tramite i social network e raccoglierà tutte le richieste fine a sabato, per poi effettuare le consegne nella giornata di domenica.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile