Eddie Dawkins con Mitchell e Webster sul podio ai Giochi del Commonwealth © Getty Images
Eddie Dawkins con Mitchell e Webster sul podio ai Giochi del Commonwealth © Getty Images

Il pistard neozelandese Eddie Dawkins annuncia il ritiro

L’inevitabile rinvio al 2021 dei Giochi Olimpici di Tokyo ha portato uno dei più titolati corridori del ciclismo su pista maschile a gettare la spugna: oggi, infatti, il neozelandese Eddie Dawkins ha annunciato il ritiro con effetto immediato dall’attività, per lui che aveva programmato la chiusura dell’attività al termine dell’avventura agostana in Giappone. La motivazione è semplice, spiega: «Impegnarmi per ulteriori 15 mesi è un passo troppo grande in questo momento e farlo senza, per altro, avere la certezza che i Giochi si svolgeranno effettivamente non avrebbe senso».

Il trentenne Dawkins è stato uno dei grandi protagonisti della velocità su pista dello scorso decennio: nel team sprint può vantare tre ori mondiali e l’argento olimpico di Rio de Janeiro, perdendo il metallo pesante per un solo decimo, e proprio nella prova del terzetto si sarebbe dovuto cimentare nel velodromo di Izu in compagnia di Ethan Mitchell e Sam Webster, andando alla caccia di una nuova medaglia.

Tags

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile