In Svizzera c’è il via libera per le pedalate in gruppo, ma per i Mondiali bisogna attendere

Il Consiglio Federale della Svizzera tenutosi ieri ha deciso di rilassare alcune delle misure di contenimento dell’emergenza coronavirus: a partire dal 6 giugno per i ciclisti ci sarà nuovamente la possibilità di allenarsi in gruppi superiori alle cinque persone e sarà dato il via libera agli eventi ed alle competizioni fino ad un massimo di 300 partecipanti; la federazione ciclistica elvetica è adesso al lavoro per dettare delle linee guida, ma è possibile che già da giugno ci siano i primi ritiri e le prime gare, anche se solo a carattere nazionale.

Nessuna decisione è ancora stata presa a proposito dei Campionati del Mondo che sono previsti a Aigle e Martigny dal 20 al 27 settembre: al momento gli eventi con più di 1000 persone restano vietati almeno fino al 31 agosto ma dal Consiglio Federale arriveranno nuove indicazioni tra un mese in data 24 giugno.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile