Sonny Colbrelli vince a Stupinigi nel 2018 © LaPresse - Marco Alpozzi
Sonny Colbrelli vince a Stupinigi nel 2018 © LaPresse - Marco Alpozzi

Ecco il percorso della Milano-Torino: niente Superga, sarà sfida tra sprinter

Era la corsa perfetta per preparare Il Lombardia ma, almeno per quest’anno, la Milano-Torino viene rivoluzionata: al posto dell’abbinamento con la Classica delle foglie morte, la gara più antica (disputata per la prima volta nel 1876) fungerà da antipasto della Milano-Sanremo. Il tracciato della gara in programma mercoledì 5 agosto sarà infatti di fatto tutto pianeggiante; almeno per il 2020, dunque, niente più sfide sul Colle di Superga.

Per l’edizione 101 della Milano-Torino la distanza scelta è di 198 km con partenza alle porte del capoluogo lombardo a Mesero e traguardo posto a Stupinigi, davanti alla Palazzina di Caccia dove nel 2018 Sonny Colbrelli conquistò il Gran Piemonte. Le uniche difficoltà altimetriche consistono in una manciata di brevi strappetti nel Monferrato, comunque ben distanti dal traguardo.

Queste le parole dei responsabili di RCS Sport a proposito del cambio di percorso: «Con la Milano-Torino siamo tornati all’antico, anticipando, come succedeva una volta, la Milano-Sanremo in questo nuovo calendario della ripartenza. Sarà una corsa adatta ai velocisti, visto il percorso prevalentemente pianeggiante. Anche questa volta sarà una ripartenza non solo dal punto di vista sportivo ma anche turistico, dal momento che il ciclismo è strettamente collegato alla promozione del territorio. Dal punto di vista agonistico, la prossimità con la prima classica monumento della stagione offre una nuova chiave di lettura per questa corsa che sarà un vero banco di prova per tutti coloro che vorranno provare a vincere la Milano-Sanremo sabato 8 agosto».

Ecco l’altimetria della Milano-Torino 2020:

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile