Il monumento a Henri Desgrange sul Col du Galibier © Wikimedia
Il monumento a Henri Desgrange sul Col du Galibier © Wikimedia

CiclowebQuiz #123 – Souvenir Henri Desgrange

Il Tour de France 1939 è l’ultima edizione della corsa disputata prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale ed è stata anche l’ultima ad essere stata organizzata da Henri Desgrange. Nato nel 1865 e pioniere del ciclismo, con tanto di conquista del record dell’ora nel 1893, questo parigino di buona famiglia è stata la figura centrale per la consacrazione dello sport delle due ruote: fu lui, da direttore del quotidiano L’Auto, a creare il Tour de France nel 1903, dirigendolo sino alla morte avvenuta nell’agosto 1940.

Dopo il conflitto a occupare l’incarico di direttore della Grande Boucle è il suo delfino Jacques Goddet, altra figura leggendaria del ciclismo il quale, come uno dei primi atti, decise di istituire a partire dalla prima edizione postbellica (1947) il Souvenir Henri Desgrange, creato per celebrare un momento decisivo della corsa. Solitamente il premio – simile ma non uguale alla Cima Coppi del Giro – viene attribuito a chi transita per primo sul Galibier, montagna in cui è presente un cippo in memoria di Desgrange; nel caso in cui tale monte non sia presente nel tracciato, il premio (che attualmente consiste in 5000 €) viene assegnato al primo a varcare il colle più alto di quell’edizione. Non mancano tuttavia esempi differenti, soprattutto nei primi anni: ad esempio nel 1956 il premio venne posto a Cysoing, località pianeggiante non molto distante da Roubaix, in concomitanza con il km 200.000 nella storia del Tour.

In questo appuntamento di CiclowebQuiz vi proponiamo un test a risposta multipla: vi chiediamo di individuare il vincitore per ogni edizione del Souvenir Henri Desgrange. I quattro nomi presenti sono quelli dei corridori transitati nelle prime quattro posizioni sul colle (nel caso del 1981, del traguardo volante) prescelto per il premio; non è sicuramente un quiz semplice, dato che in diversi casi, soprattutto nella fase iniziale, atleti meno noti al grande pubblico seppero avere la meglio su nomi ben più altisonanti.


Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile