Benjamin Thomas cattura l'attenzione di un giovane tifoso © 6 Giorni delle Rose
Benjamin Thomas cattura l'attenzione di un giovane tifoso © 6 Giorni delle Rose

6 Giorni delle Rose, la coppia Plebani-Moro allunga. Super Thomas nell’omnium

La terza giornata della 6 Giorni delle Rose ha visto la disputa di una sola prova valida per la classica gara a coppie, ossia il giro lanciato: a centrare la vittoria è il duo polacco formato da Filip Prokopyszyn e Bartosz Rudyk, primi con il tempo di 20″829, davanti a Stefano Moro e Davide Plebani con 21″807. Con questo risultato i due bergamaschi consolidano la leadership e guidano così con 68 punti davanti a Michele Scartezzini e Francesco Lamon a quota 37 e Emanuele Amadio e Matteo Donegà, fermi a quota 32.

L’attenzione di tutto nel sabato di Fiorenzuola era però per l’omnium valido come prova di classe 1: ad avere la meglio è stato lo stesso che nei giorni precedenti si era preso corsa a punti e scratch, ossia Benjamin Thomas. L’inaugurale scratch è andato a Francesco Lamon, la tempo race al francese Donovan Grondin e l’eliminazione proprio a Thomas, che nella corsa a punti conclusiva ha dovuto lottare contro lo svizzero Théry Schir per mantenere la vetta. 140 i punti del transalpino campione del mondo della specialità contro i 125 dell’elvetico; completa il podio a quota 119 il neerlandese Jan Willem van Schip, argento al Mondiale berlinese.

L’altra gara di classe 1 disputata sabato è stata la velocità maschile, vinta dal greco Sotirios Bretas davanti al francese Tom Derache con un netto 2-0 in finale). Sul gradino più basso del podio sale il bolzanino classe 2001 Matteo Bianchi, che nella finalina ha sconfitto il campione italiano Francesco Ceci. Oggi, meteo permettendo, il programma prevede l’inizio lo scratch Under 23 maschile e femminile, la corsa a punti femminile, il giro lanciato e la madison.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile