La 6 Giorni delle Rose si chiude con la vittoria di Stefano Moro e Davide Plebani

Parla ancora italiano la 6 Giorni delle Rose: la sesta e ultima giornata della ventitreesima edizione della manifestazione ha visto la netta vittoria della coppia formata da Stefano Moro e Davide Plebani, quest’ultimo già vincitore un anno fa. Compagni di squadra alla Biesse Arvedi, i due hanno condotto con sagacia per gran parte della manifestazione, dimostrando di attraversare un ottimo momento di forma.

Nella serata conclusiva, Moro-Plebani avevano conquistato anche il giro lanciato con il tempo di 20″639 davanti a Francesco Lamon e Michele Scartezzini con 20″730 e ai polacchi Bartosz Rudyk e Filip Prokopyszyn con 20″902. Nella madison finale Moro e Plebani hanno controllato senza problemi, vincendo con 100 punti in graduatoria. Alle loro spalle si sono piazzati Francesco Lamon e Michele Scartezzini con 66 punti e i neerlandesi Jan Willem wan Schip e Yoeri Havik, che con 55 punti hanno scavalcato nella serata conclusiva i giovani Matteo Donegà ed Emanuele Amadio, a quota 41.

Le gare femminili di classe 1 hanno messo in luce una Elisa Balsamo in grande spolvero: la piemontese ha conquistato entrambe le prove in cui si è impegnata, ossia l’omnium e la madison. Nella gara singola ha totalizzato 123 punti, precedendo l’eterna neerlandese Kirsten Wild con 115 e la lombarda Maria Giulia Confalonieri con 99. Proprio la stessa Confalonieri, in coppia con Balsamo, ha centrato la vittoria in una tiratissima americana: le azzurre hanno raccolto 26 punti, appena uno più delle neerlandesi Kristen Wild e Amy Pieters e tre in più delle altre giovani azzurre Vittoria Guazzini e Chiara Consonni. Nel corso della giornata è andato infine in scena il torneo della velocità femminile, vinto dalla cremonese Miriam Vece sulla spagnola Tania Calvo (2-0). Bronzo per Elena Bissolati che ha battuto Giada Capobianchi nella finale per il terzo posto (2-0).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile