Pascal Eenkhoorn si prende l'ultima tappa della Settimana Internazionale Coppi&Bartali © Cor Vos
Pascal Eenkhoorn si prende l'ultima tappa della Settimana Internazionale Coppi&Bartali © Cor Vos

Narváez ribalta Bagioli per un solo secondo: sua la Coppi e Bartali, ultima tappa a Eenkhoorn

Il ribaltone si consuma all’ultimo metro della Settimana Coppi e Bartali 2020, all’ultimo secondo, all’ultimo abbuono disponibile: quello per il terzo di tappa. Nella quarta e ultima frazione, la Forlì-Forlì di 166 km, nessuno è riuscito a fare la differenza e si è arrivati a un epilogo in volata tra tutti i migliori della corsa. A vincere è stato Pascal Eenkhoorn, promettente 23enne della Jumbo-Visma, battendo Diego Ulissi (UAE Emirates). E al terzo posto si è inserito Jhonatan Narváez, già vincitore ieri e secondo della generale a soli 3″ da Andrea Bagioli.

Ebbene, con i 4″ di abbuono riservati al terzo, Narváez scavalca Bagioli giusto di 1″, e si aggiudica lui la corsa. L’ordine d’arrivo prosegue col quarto posto di Viacheslav Kuznetsov (Gazprom-RusVélo) e poi a seguire si sono piazzati Andrea Pasqualon (Circus-Wanty Gobert), Gianni Vermeersch (Alpecin-Fenix), Andrea Bagioli, Giovanni Visconti (Vini Zabù-KTM), Arjen Livyns (Bingoal WB) e Gavin Mannion (Rally). Nella generale, alle spalle di Narváez e Bagioli si classificano João Almeida (Deceuninck) a 17″, Diego Ulissi a 25″, Nicola Conci (Trek-Segafredo) a 30″.

Quasi andava al traguardo la fuga del giorno, formatasi con 10 uomini nella prima parte della tappa: all’attacco Santiago Buitrago (Bahrain-McLaren), Edward Ravasi (UAE Emirates), Ben O’Connor (NTT), Johan Jacobs (Movistar), Luca Covili (Bardiani-CSF), Oscar Riesebeek (Alpecin-Fenix), Julen Amézqueta (Caja Rural-Seguros RGA), Jan Bakelants (Circus-Wanty Gobert), Delio Fernández e Simon Carr (Nippo Delko Provence), un vantaggio che ha toccato i 3’30” al km 80, e poi una progressiva selezione sui successivi passaggi dalla Rocca delle Caminate. Dopo l’ultimo scollinamento, ai -16, i battistrada sono rimasti in 4 (Buitrago, Bakelants, Riesebeek e Ravasi), e su di loro è piombato ai -4 Alessandro Fedeli (Nippo), che era uscito dal gruppo in salita. Il plotone era comunque a meno di 20″ di distacco, e da lì alla fine ha annullato l’azione, con Buitrago ripreso per ultimo ai 1000 metri.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile