L'altimetria del Giro dell'Appennino 2020
L'altimetria del Giro dell'Appennino 2020

Presentato il Giro dell’Appennino 2020: 191.5 km, 6 squadre World Tour al via

Si è tenuta oggi presso l’Acquario di Genova la presentazione dell’81a edizione del Giro dell’Appennino, grande classica del calendario italiano e prova valida anche per la Ciclismo Cup che si svolgerà sabato 19 settembre. Rispetto agli ultimi anni il percorso presenta alcune novità nella fase iniziale di gara, mentre restano invariate le salite decisive del finale: cambia il ritrovo di partenza che sarà a Pasturana con il chilometro 0 però sempre posizionato a Novi Ligure, poi attorno a metà percorso i corridori dovranno affrontare l’ascesa di Crocefieschi che in passato era già stata sfruttata dalla corsa organizzata dall’US Pontedecimo. La corsa però si animerà negli ultimi XX chilometri con il mitico Passo della Bocchetta, l’ascesa di Fraconalto e il Passo dei Giovi come ultima difficoltà altimetrica; nel finale è stato leggermente allungato il tratto di pianura nel cuore di Genova arrivando a toccare il borgo di Boccadasse prima di tornare verso il traguardo di Via XX Settembre. Il percorso, lungo complessivamente 191.5 chilometri, si conferma quindi molto impegnativo e potrà essere un test importante in vista dei Campionati del Mondo di Imola 2020. Nell’occasione è stata annunciata anche la data della prossima edizione che si disputerà il 24 giugno 2021.

Grazie al nuovo posizionamento in calendario ed alla vicinanza alla rassegna iridata, il Giro dell’Appennino 2020 potrà godere di una startlist molto interessante e di livello superiore a quelle delle ultime edizioni: al via ci saranno infatti complessivamente 23 squadre, tra cui sei squadre World Tour come Ineos Grenadiers (con Moscon), Mitchelton-Scott, UAE Team Emirates, Movistar, Astana e Bahrain-McLaren. Le squadre Professional iscritte sono invece Androni-Sidermec, Bardiani-CSF-Faizanè, Vini Zabù-KTM, Gazprom-Rusvelo, Euskaltel-Euskadi, Caja Rural, Circus Wanty Gobert e Nippo Delko Provence; completano la startlist le Continental Amore&Vita, Biesse Arvedi, Colombia Tierra de Atletas, D’Amico-UM Tools, General Store Essegibi, NTT Continental, Sangemini Trevigiani, WorkService Dynatek e la Nazionale Italiana che dovrebbe essere guidata da Vincenzo Nibali, già vincitore del Giro dell’Appennino nel 2009.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile