La netta vittoria di Jordi Meeus al Czech Tour © Cycling Photography
La netta vittoria di Jordi Meeus al Czech Tour © Cycling Photography

Il belga Jordi Meeus passa professionista con la Bora Hansgrohe

In questo bizzarro 2020 uno dei corridori Continental riuscito a mettersi in mostra con maggior qualità e continuità è Jordi Meeus. Vincitore di due tappe al Czech Tour e di una, quella di Colico, al Giro d’Italia Under 23, il ventiduenne ha saputo meritarsi la chiamata tra i professionisti, siglando un contratto biennale con la Bora Hansgrohe.

Queste le parole del velocista belga: «Sono estremamente felice di aver firmato un contratto con la Bora Hansgrohe, è una delle migliori squadre al mondo e mi hanno offerto una fantastica opportunità. Ora sono pronto ad affrontare i prossimi passi in un ambiente familiare ma al tempo stesso meticoloso, che consente ai corridori di crescere. Sono particolarmente motivato nell’iniziare questo percorso di crescita».

Il responsabile della performance della compagine tedesca, Dan Lorang, identifica il ruolo nel quale Meeus verrà utilizzato: «Jordi è un velocista, ma al tempo stesso è capace di accettare un ruolo più subordinato nel team. Avrà certamente le opportunità per ben figurare in prima persona ma abbiamo la volontà di integrarlo nel treno dei velocisti nel ruolo di pesce pilota; nei test effettuati ha mostrato di avere potenziale per occupare questo incarico e diventare uno dei migliori apripista in gruppo».

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile