Un'immagine di una prova di ciclocross © UCI - Balint Hamvas
Un'immagine di una prova di ciclocross © UCI - Balint Hamvas

Besançon rinuncia e la Coppa del Mondo di ciclocross perde un’altra data

A poco più di un mese dalla prima tappa, la Coppa del Mondo di Ciclocross continua a perdere pezzi e adesso restano solo otto le prove confermare in calendario contro le 14 previste inizialmente: l’ultima località a chiamarsi fuori è la francese Besançon che avrebbe dovuto ospitare le gare il prossimo 29 novembre. Il comitato locale francese ha spiegato la decisione citando i possibili problemi economici dettati dalla mancata vendita di biglietti a causa del coronavirus: il deficit è stato stimato in circa 40 mila euro, troppo per andare avanti e svolgere ugualmente la tappa.

I nuovi organizzatori di Flanders Classic avevano proposto un profondo restyling della Coppa del Mondo di Ciclocross per questa stagione 2020/2021, ma l’emergenza sanitaria ha complicato non poco le cose soprattutto per la prospettiva di avere gare a porte chiuse. Qui di seguito vi proponiamo le tappe che ancora resistono in calendario.

1 Novembre: Overijse, Belgio
15 Novembre: Tabor, Repubblica Ceca
6 Dicembre: Wachtebeke, Belgio
13 Dicembre: Zonhoven, Belgio
20 Dicembre: Namur, Belgio
3 Gennaio: Hulst, Paesi Bassi
17 Gennaio: Villars, Svizzera
24 Gennaio: Hoogerheide, Paesi Bassi

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile