Vincenzo Nibali in testa al gruppo © Getty Images
Vincenzo Nibali in testa al gruppo © Getty Images

Questa la Trek-Segafedo per il Giro d’Italia: al fianco di Nibali c’è Ciccone

È una delle formazioni più attese nella prossima Corsa Rosa, se non altro per la presenza di un due volte vincitore nonché dell’unica speranza di vittoria finale per il paese di casa. La Trek-Segafredo giunge al Giro d’Italia con elevate ambizioni e con un obiettivo dichiarato, ossia di conquistare la vittoria finale. «Avevamo annunciato il 2020 come l’anno di svolta nel nostro approccio ai grandi giri» spiega il general manager Luca Guercilena. «Il terzo posto di Richie Porte al Tour de France è stato un segno tangibile; ora il Giro può diventare la nostra consacrazione».

La squadra è stata costruita a supporto di Vincenzo Nibali: il messinese vuole entrare nel ristretto club di quanti hanno conquistato per tre volte la vittoria finale, lui che vanta già sei podi nella Corsa Rosa. Particolarmente importante la presenza al suo fianco di Giulio Ciccone: l’abruzzese è pienamente recuperato dalla positività al covid-19 che lo ha costretto a saltare la Tirreno-Adriatico e i Campionati del Mondo.

In salita aiuteranno il capitano il francese Julien Bernard, il veneto Gianluca Brambilla, il trentino Nicola Conci e il fratello minore Antonio Nibali. Completano l’organico due elementi poliedrici come il piemontese Jacopo Mosca e l’esperto neerlandese Pieter Weening.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile