L'immagine dell'incidente di Luca Wackermann
L'immagine dell'incidente di Luca Wackermann

Wackermann, sembra un bollettino di guerra: fratture e contusioni multiple dopo la caduta al Giro

Nella sua carriera ne ha passate di ogni e ora, quando proprio era riuscito a dimostrare le proprie qualità con continuità, Luca Wackermann deve nuovamente fermarsi. Il corridore di Rho, protagonista nella seconda frazione di Agrigento, è caduto oggi negli ultimi metri della quarta tappa del Giro d’Italia a seguito di una folata di vento procurata dal passaggio ravvicinato di un elicottero che ha provocato lo spostamento delle transenne in mezzo alla carreggiata.

Il referto medico del Policlinico Universitario di Messina, dove il corridore della Vini Zabù-Brado-KTM è stato trasportato in seguito della caduta e dove rimarrà per la notte in osservazione, parla di un trauma cranico commotivo, di frattura delle ossa nasali, di contusioni escoriate multiple al volto e nella zona lombosacrale, di contusioni al labbro superiore e all’arcata dentaria, di ferite lacerocontuse al sopracciglio sinistro, alla regione mentoniera e al ginocchio destro, di escoriazioni multiple agli arti superiori e inferiori e di una sospetta infrazione lombosacrale per la quale è stato sottoposto a nuova radiografia.

Informazioni su attività di comparazione dei siti scommesse e casino PayPal più affidabili.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile