Ecco il nuovo disegno della 20a tappa del Giro d’Italia: 181 km, triplo Sestrière

Il divieto di transito dalla cittadina di Briançon imposto dal Centro di Crisi Interministeriale francese ed i timori legati al freddo ed al possibile maltempo in cima al Colle dell’Agnello, hanno obbligato Mauro Vegni a stravolgere la 20a tappa del Giro d’Italia. Nel nuovo percorso sono state mantenute invariate le località di partenza (Alba) e arrivo (Sestrière), ma è stato logicamente annullato lo sconfinamento in Francia: per provare a mantenere almeno in parte un dislivello importante, i corridori dovranno affrontare per ben tre volte la salita del Sestrière, la prima volta dal versante di Pragelato mentre le due successive saranno prese da Sauze di Cesana; complessivamente la tappa misurerà 181 chilometri con un traguardo volante ad abbuoni posto a soli 6 km dall’arrivo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile