Matteo Spreafico in maglia Vini Zabù © Martino Areniello
Matteo Spreafico in maglia Vini Zabù © Martino Areniello

Antidoping, positività al Giro d’Italia per l’italiano Matteo Spreafico

C’è un caso di positività al Giro d’Italia, e questa volta non si tratta di Covid-19: l’Unione Ciclistica Internazionale ha infatti annunciato che il 27enne italiano Matteo Spreafico, corridore che veste la maglia della Vini Zabù-Brado-KTM dopo aver lasciato l’Androni proprio quest’estate, ha ricevuto notifica di una doppia violazione avvenuta il 15 e 16 ottobre proprio durante la corsa rosa. Nei due test antidoping svolti al termine delle tappe di Cesenatico e Monselice, Spreafico è risultato positivo all’Enobosarm (ostarina), prodotto che di recente aveva già causato la positività di Luca Colnaghi e di un nuotatore della nazionale italiana. Spreafico è stato immediatamente sospeso e dovrà abbandonare quindi il Giro d’Italia: attualmente era 127° in classifica a più di 5 ore da Kelderman.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile