La soddisfazione di Julio Padilla alla Vuelta a Guatemala © Comitato Olimpico Guatemalteco
La soddisfazione di Julio Padilla alla Vuelta a Guatemala © Comitato Olimpico Guatemalteco

Vuelta a Guatemala, fuga in porto nella prima tappa: sorride Julio Padilla

Si torna a correre a livello UCI anche fuori dall’Europa: oggi è partita una delle corse storiche dell’America Latina, visto che quella 2020 è l’edizione numero 60 della Vuelta a Guatemala. La frazione inaugurale, la Esquipulas-Guastatoya di 148 km, si è risolta con la vittoria dell’unico superstite della fuga della prima ora, ovvero sia Julio Padilla.

Il ventottenne della Opticas de Luxe-Ninosport è riuscito a mantenere 9″ di vantaggio sul rientro del gruppo, centrando così la terza vittoria in carriera nella corsa di casa. Lo seguono nell’ordine di arrivo i componenti del gruppo, a cominciare dall’altro guatemalteco Edgar Geovany Torres (Hino-One-La Red-Tigo-Eurobikes) che nello sprint ha preceduto il panamense Cristofer Jurado (Panama), l’ecuadoriano Byron Guamá (Best PC Ecuador) e il panamense Roberto González (Panama).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile