Mauro Vegni intervistato da Tommaso Mecarozzi
Mauro Vegni intervistato da Tommaso Mecarozzi

Vegni anticipa: “Probabile un Giro 2021 tutto italiano. Tappe ungheresi rinviate a data da destinarsi”

Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia, ha anticipato oggi ai microfoni Rai, durante la trasmissione Villaggio di Partenza, che con grande probabilità non saranno “recuperate” nel corso del Giro d’Italia 2021 le tre tappe che erano originariamente previste in Ungheria in apertura dell’edizione di quest’anno. Il dirigente di RCS Sport prevede anche per l’anno prossimo una corsa rosa tutta italiana: “Non penso proprio che i problemi legati al Covid-19 saranno superati nel 2021, ragion per cui lavoreremo nell’ottica di tenere tutte in Italia le 21 tappe della gara”. Oltre che il dietrofront del comitato organizzatore ungherese, annunciato da gran tempo, nelle valutazioni di Vegni incide anche il grosso problema legato allo sconfinamento in Francia, che è stato negato dalle autorità transalpine e che ha quindi obbligato l’organizzatore a rivedere la tappa di ieri, prevedendo due scalate al Sestriere al posto delle previste salite del Colle dell’Agnello, del Col d’Izoard e del Monginevro, che originariamente avrebbero dovuto precedere l’ascesa finale alla salita d’arrivo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile