Dopo la cronometro altra maglia tricolore per Elisa Longo Borghini © LaPresse
Dopo la cronometro altra maglia tricolore per Elisa Longo Borghini © LaPresse

Elisa Longo Borghini riconquista il titolo di campionessa italiana su strada

Era la grande favorita e non ha deluso le attesa: Elisa Longo Borghini ha trionfato in solitaria nel Campionato Italiano su strada che si è disputato oggi a Breganze. Per la 28enne piemontese della Trek-Segafredo, oggi in gara con i colori del gruppo sportivo delle Fiamme Oro, si tratta del seconda maglia tricolore in carriera nella prova in linea dopo quella conquistata nel 2017 ad Ivrea. Dalla ripresa delle corse a fine luglio Longo Borghini è sempre stata molto costante ad alti livelli aggiudicandosi il Campionato Italiano a cronometro e una tappa al Giro Rosa, e salendo anche sul podio al Mondiale (terza), all’Europeo (seconda) e nella classifica finale del Giro Rosa (terza).

La gara odierna si è disputata su un circuito attorno a Breganze da ripetere cinque volte ed in cui la salita di Salcedo era chiamata a fare selezione. Dopo alcune schermaglie ed un po’ di selezione nelle prime tre tornate, è stato il quarto passaggio sull’ascesa di Salcedo dove è arrivato l’attacco di Elisa Longo Borghini, Marta Cavalli (entrambe Fiamme Oro) e della vicentina Katia Ragusa (Astana) che correva praticamente sulle strade di casa: le tre erano state anche le migliori azzurre al Campionato del Mondo di Imola e hanno preso una quarantina di secondi di vantaggio sulle inseguitrici, rimandando però la battaglia per la vittoria all’ultimo giro.

Ed Elisa Longo Borghini ha conservato la sua sparata migliore proprio per la tornata conclusiva: un attacco deciso sulle prime rampe di salite le ha consentito di scollinare al gran premio della montagna con 50″ di vantaggio su Cavalli e Ragusa e con più di due minuti sul resto del gruppo. Gli ultimi 11 chilometri (dei 118 totali) sono stati quindi una cavalcata magnifica per Longo Borghini che è andata a prendersi la sesta maglia tricolore in carriera tra le élite tra strada e cronometro.

In seconda posizione a 54″ alla fine si è piazzata Katia Ragusa che conclude così una stagione per lei molto positiva, ma può essere soddisfatta anche Marta Cavalli che oggi correva come compagna di squadra di Elisa Longo Borghini e che in questo finale di stagione ha dimostrato di avere un’ottima condizione visto che aveva già chiuso quinta alla Gent-Wevelgem e decima al Fiandre. Al quarto posto a 2’35” si è piazzata una rediviva Rossella Ratto che ha anticipato il gruppo arrivato a 3’18” con Silvia Zanardi, Arianna Fidanza, Greta Marturano, Soraya Paladin, Ilaria Sanguineti ed Elena Franchi a completare la top10 di giornata.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile