Dylan Groenewegen in maglia Jumbo-Visma © Cor Vos
Dylan Groenewegen in maglia Jumbo-Visma © Cor Vos

Dylan Groenewegen squalificato per 9 mesi per l’incidente al Giro di Polonia!

L’Unione Ciclistica Internazionale aveva chiesto una sanzione esemplare ed alla fine sanzione esemplare è stata: la Commissione Disciplinare ha squalificato per 9 mesi il velocista neerlandese Dylan Groenewegen per la manovra scorretta nel finale della prima tappa del Tour de Pologne che ha causato la drammatica caduta di Fabio Jakobsen. Da quel 5 agosto, complici sia una frattura alla clavicola da lui stesso riportata che i risvolti psicologici dell’incidente, Groenewegen non ha più gareggiato e la sua squalifica terminerà il 7 maggio 2021. Il Team Jumbo-Visma si è detto sollevato di poter finalmente guardare al futuro con una certezza sulla vicenda.

Questo il commento di Dylan Groenwegen: «La caduta nella prima tappa del Giro di Polonia sarà per sempre una pagina nera della mia carriera. Durante la volata ho deviato dalla mia linea. Mi dispiace perché voglio essere un velocista corretto. Le conseguenze sono state sfortunate e molto serie, ne sono consapevole e spero che sia stata una lezione per tutti gli sprinter. Sto seguendo da vicino le notizie sul recupero di Fabio, spero solo che un giorno possa ritornare al 100%. Chiedere l’aspetto disciplinare crea chiarezza, mi fornisce l’opportunità di guardare di nuovo in avanti e sono contento, anche se il 7 maggio è ancora molto lontano. Sono felice del supporto che sto avendo dal Team Jumbo-Visma, dalla mia famiglia e dai miei amici: assieme lavoreremo mentalmente e fisicamente in vista di quel giorno».

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile