Uno dei successi nordamericani di Valentina Scandolara nel 2018 © Intelligentsia Cup
Uno dei successi nordamericani di Valentina Scandolara nel 2018 © Intelligentsia Cup

Valentina Scandolara torna in gruppo con la maglia dell’Aromitalia-Basso Bikes-Vaiano

Lo scorso mese di settembre Valentina Scandolara era al Giro Rosa con i ruolo di direttore sportivo della Cogeas-Mettler, ma adesso la 30enne veronese di appresta a fare il proprio ritorno in gruppo nelle vesti di atleta. Dalla seconda metà del 2016, la carriera di Scandolara è stata caratterizzata da numerosi problemi fisici causati prima da un parassita e poi da una durissima forma di overtraining che l’aveva portata a saltare quasi del tutto le stagioni 2019 e 2020. In questi ultimi due anni, tuttavia, Scandolara non ha mai lasciato l’ambiente del ciclismo femminile salendo in ammiraglia (nel 2019 aveva guidato Sarah Gigante alla vittoria nel Campionato Australiano), ma adesso i problemi sembrano essere finalmente superati e la veronese proverà a tornare in sella nel 2021 con la maglia dell’Aromitalia-Basso Bikes-Vaiano.

Per Valentina Scandolara si tratterà di un ritorno nella formazione toscana di Stefano Giugni dove aveva già militato ben 10 anni fa, nel 2010, facendo tra l’altro il proprio esordio al Giro d’Italia Femminile. «Dopo un difficile periodo caratterizzato da problemi legati all’overtraining, in questi ultimi mesi ho ritrovato buone sensazioni, sto molto meglio sia mentalmente che fisicamente – ha affermato Valentina Scandolara – e non potevo lasciare il ciclismo agonistico così, dandola vinta ai guai fisici. Per questo motivo ho deciso di riprovarci in una squadra seria, che conosco molto bene; senza troppe pressioni, con tranquillità ma con una ritrovata determinazione e voglia di fare bene».

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile