Francesco Manuel Bongiorno in azione © Vini Zabù
Francesco Manuel Bongiorno in azione © Vini Zabù

A soli 21 anni James Mitri crea una squadra e ritrova anche Manuel Bongiorno

Una squadra neozelandese che corra stabilmente in Europa e che dia ad alcuni ragazzi l’opportunità di mettersi in mostra anche fuori dai confini oceanici poteva sembrare un sogno per molto, ed a realizzarlo ci ha pensato un ragazzo di appena 21 anni: il giovane neozelandese James Mitri, professionista prima alla Burgos-BH (2018-2019) e poi alla Vini Zabù (2020), ha infatti trovato il supporto di alcuni sponsor e ieri ha annunciato la nascita del progetto Global6 Cycling. Mitri è nato e cresciuto nel Regno Unito da genitori neozelandesi e durante la stagione ciclistica fa base nelle Baleari: non c’è dubbio che siano anche questi motivi ad averlo spinto per creare una squadra che possa portare in Europa altri ragazzi neozelandesi.

A parte il nome la “filosofia” di fondo della squadra, per conoscere qualcosa di più su questo progetto bisognerà attendere ancora qualche giorno, ma al momento sappiamo che nell’organico dei corridori ci sarà spazio anche per un italiano: si tratta del 30enne Manuel Bongiorno, compagno proprio di Mitri alla Vini Zabù nel 2020, che sui social network ha svelato di essersi vincolato alla nuova squadra Global6 Cycling. Bongiorno era tornato in gruppo alla corte di Citracca e Scinto nel 2019 dopo non essere riuscito a trovare squadra nel 2018: nell’ultimo anno il suo risultato migliore è stato il 10° posto nella classifica finale del Tour de Langkawi.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile