La vittoria di Lorrenzo Manzin alla Classica Valenciana © Vicent Bravo
La vittoria di Lorrenzo Manzin alla Classica Valenciana © Vicent Bravo

Clàssica Valenciana, la prima europea del 2021 è di Manzin; Pacioni e Fiorelli in top10

La prima corsa europea del calendario UCI 2021 si è disputata oggi in Spagna: si tratta della Clàssica Comunitat Valenciana, gara storica che è stata riproposta con categoria 1.2 proprio in questa stagione dopo diversi anni di assenza. Inizialmente prevista su un tracciato di 150 chilometri, questa mattina la gara è stata ridotta a 98 chilometri con partenza la La Nucia e arrivo a Tavernes de la Valldigna: subito in avvio c’era da affrontare il Coll de Rates, ma a seguire i corridori in gara hanno incontrato solo discesa e pianura.

Nel complesso si trattava di un percorso favorevoli ai velocisti, anche se il forte vento ha provato a creare un po’ di scompiglio: ci sono stati alcuni tentativi di creare dei ventagli, ma alla fine a giocarsi la vittoria in volata è stato un plotone forte di una cinquantina di unità. Lo spunto vincente è stato quello del francese Lorrenzo Manzin, 26enne del Team Direct Energie originario dell’Isola di Riunione: alle sue spalle secondo posto per Mikel Aristi (Euskadi), terzo per Amaury Capiot (Arkéa), quarto per Enrique Sanz (Kern Pharma), quinto per David Gonzalez (Caja Rural).

In casa c’erano anche due squadre italiane, la Bardiani-CSF-Faizanè e la Eolo-Kometa: il migliore dei nostri è stato il Luca Pacioni (Eolo) che ha tagliato il traguardo in sesta posizione, Filippo Fiorelli (Bardiani) invece si è buttato nella mischia chiudendo ottavo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile