Un caratteristico passaggio della Liegi-Bastogne-Liegi © ASO/Gautier Demouveaux
Un caratteristico passaggio della Liegi-Bastogne-Liegi © ASO/Gautier Demouveaux

Una novità per la Liegi-Bastogne-Liegi: nel percorso arriva la Côte de Desnié

Dopo la parentesi autunnale del 2020, quest’anno la Liegi-Bastogne-Liegi tornerà a disputarsi in primavera: la decana di tutte le classiche si disputerà infatti il prossimo 25 anni, sia nella sua versione maschile che in quella femminile. Per quanto riguarda gli uomini, il percorso sarà molto simile a quello dello scorso anno, però con una novità: tra i Col du Rosier e la Côte de la Redoute non si scalerà il Col du Maquisard, bensì la Côte de Desnié, una salita di 1600 metri con pendenza media dell’8%. La gara misuterà complessivamente 259.5 chilometri contro i 257 chilometri del 2020.

Rispetto alla Freccia Vallone, c’è un cambio per quanto riguarda le squadre iscritte: confermate di diritto le 19 formazioni World Tour più Alpecin-Fenix e Arkéa-Samsic, i quattro posti finale sono andati alla Bingoal-Wallonie Bruxelles, alla Sport Vlaanderen-Baloise, alla Gazprom-Rusvelo ed alla Total Direct Energie.

Novità anche per la Liegi-Bastogne-Liegi femminile che passa da 5 salite e 135 chilometri, ad un totale di 7 salite e 141 chilometri: rispetto all’anno scorso entrano nel percorso il Col du Rosier, la già citata Côte de Desnié e la Côte des Forges, esce invece la Côte de la Vécquée. Anche in questa gara saranno quattro le squadre italiane al via: si tratta di Alé BTC Ljubljana, A.R. Monex Women’s Pro Cycling Team, BePink e Valcar-Travel&Service.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile