Arnaud Démare sul podio in Lussemburgo © Skoda Tour
Arnaud Démare sul podio in Lussemburgo © Skoda Tour

Niente pietre? Démare batte Bouhanni a La Roue Tourangelle. 3 italiani nei 10

Volatona generale al termine dei 204 km de La Roue Tourangelle, corsa che si svolge attorno alla città di Tours. A impostare lo sprint è l’Arkéa-Samsic, con Boudat e Welten come apripista di Nacer Bouhanni; il neerlandese lancia il compagno di squadra ai meno 150 metri, ma il velocista di Épinal non ha modo di assaporare la vittoria. A superarlo subito in maniera netta è il rivale di sempre, quell’Arnaud Démare ancora a digiuno di successi nel 2021.

E proprio oggi il campione francese della Groupama-FDJ centra la prima gioia dell’anno, con una volata di potenza che non lascia alcuna recriminazione alla concorrenza. Secondo il già citato Nacer Bouhanni, completa il podio tutto transalpino Marc Sarreau (AG2R Citroën).

Seguono in top ten il neerlandese Bram Welten (Arkéa-Samsic), il lombardo Simone Consonni (Cofidis), l’eritreo Biniam Ghirmay (Delko), i veneti Andrea Pasqualon (Intermarché-Wanty Gobert) e Luca Mozzato (B&B Hotels p/b KTM), il belga Milan Menten (Bingoal-Wallonie Bruxelles) e il francese Lorrenzo Manzin (Total Direct Energie).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile