Vingegaard farà il Tour de France al posto di Dumoulin © Team Jumbo-Visma
Vingegaard farà il Tour de France al posto di Dumoulin © Team Jumbo-Visma

Jumbo-Visma, Vingegaard farà il Tour de France al posto di Dumoulin

Il danese Jonas Vingegaard farà il Tour de France al posto di Tom Dumoulin, fermo dopo essersi preso una pausa dal ciclismo: lo ha comunicato la Jumbo-Visma, che ha quindi ufficializzato la squadra che parteciperà alla Grande Boucle in programma dal 26 giugno al 18 luglio. A guidare la formazione neerlandese saranno lo sloveno Primoz Roglic, secondo lo scorso anno, e il neerlandese Steven Kruijswijk, terzo nel 2019. Assieme a loro Mike Teunissen, Wout van Aert, Sepp Kuss, Robert Gesink e Tony Martin.

Vingegaard, alla Jumbo-Visma nella Vuelta 2020 vinta da Roglic, in questa prima parte di stagione si è messo in luce vincendo una tappa e la generale alla Settimana internazionale Coppi e Bartali e chiudendo al secondo posto il Giro dei Paesi Baschi.

“Sono felice – ha detto il 24enne danese – è un sogno che si avvera. Ho sempre guardato il Tour in tv, è bello far parte della squadra che lo correrà. Sono contento del mio sviluppo, perché ho fatto grandi miglioramenti. Aiutando Primoz e Steven posso fare un altro passo e imparare molto. Il Tour è qualcosa di diverso dalla Vuelta, sarà un’altra grande esperienza”.

“Abbiamo portato Jonas in squadra nel 2019 perché abbiamo visto che ha talento”, ha sottolineato il direttore sportivo Grischa Niermann. “Lo ha dimostrato subito. L’anno scorso ha disputato un’ottima Vuelta a sostegno di Primoz. Ha anche dimostrato per la prima volta di poter svolgere un ruolo determinante in salita, sulle Alpi e sui Pirenei. Crediamo che avrà un ruolo importante al Tour”.

Roglic ha fiducia nella squadra per la Grande Boucle. “Jonas merita di essere incluso nella rosa – ha detto lo sloveno -. Abbiamo messo insieme la squadra più forte per ottenere insieme il miglior risultato possibile. Non vedo l’ora di iniziare coi miei compagni. Giorno dopo giorno dovremo mostrare le nostre qualità. Sono orgoglioso del risultato dello scorso anno e soprattutto di quello che abbiamo mostrato al Tour de France negli ultimi anni”.

 

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile