Alexey Lutsenko sul podio del Critérium du Dauphiné © ASO
Alexey Lutsenko sul podio del Critérium du Dauphiné © ASO

Delfinato, Lutsenko vince la crono. Pöstlberger resta leader per 1″

Bum bum Astana-Premier Tech. La squadra diretta da Alexandr Vinokurov domina la quarta tappa del Critérium du Dauphiné, la cronometro di 16.4 km da Firminy a Roche La Molière: primo il kazako Alexey Lutsenko, che chiude in 21’36”, secondo a 8″ lo spagnolo Ion Izagirre. E Lukas Pöstlberger? A sorpresa, mantiene la maglia di leader: l’austriaco si supera nella prova contro il tempo, finisce nono a 23″ e comanda ancora la generale con meno di 1″ su Lutsenko. Per il ventottenne campione nazionale si tratta del ventottesimo successo in carriera, il primo del 2021.

A completare la top ten di giornata, al terzo posto, distanziato di 9″, Kasper Asgreen (Deceuninck-Quick Step), quindi a 12″ Wilco Kelderman (Bora-Hansgrohe), a 13″ Ilan Van Wilder (Team DSM), a 15″ Richie Porte (Ineos Grenadiers), a 17″ Jonas Vingegaard (Team Jumbo-Visma), a 21″ Brandon Mcnulty (UAE Team Emirates), a 23″ il già citato Pöstlberger e Geraint Thomas (Ineos Grenadiers).

Nella generale, Pöstlberger, come detto, ha 1″ di vantaggio su Lutsenko, 9″ su Asgreen e Izagirre; seguono Kelderman a 13″, Van Wilder a 14″, Porte a 16″, Thomas a 24″, Patrick Konrad (Bora-Hansgrohe) a 32″ e Ben O’Connor (AG2R Citroën) a 34″. Domani la quinta frazione prevede la Saint Chamond-Saint Vallier di 175.4 km.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile