La vittoria di Vincenzo Nibali a Mascali © Giro di Sicilia
La vittoria di Vincenzo Nibali a Mascali © Giro di Sicilia

Giro di Sicilia, Nibali dopo le lacrime: “Mi esplode dentro un’emozione difficile da esprimere”

La vittoria è tornata dopo 796 giorni, e con essa le lacrime che qualche volta avevamo visto accompagnare dei successi di svolta (su tutti il campionato italiano 2014, un attimo prima di conquistare il Tour de France). Vincenzo Nibali al Giro di Sicilia è la faccia del riscatto, provata, rigata dalla fatica e dagli anni, ma pronta a sciogliersi in un’espressione di totale felicità. E lo Squalo, ai microfoni tv dopo la vittoria di Mascali, conferma in pieno l’impressione: “È un’emozione incredibile perché era un po’ che la vittoria non arrivava, avevo avuto dei problemi fisici… e niente, penso che vincere qui sulle strade di quando pedalavo da bambino (conoscevo della tappa di oggi quasi il 90% delle strade), vedere i miei amici d’infanzia e anche i miei cugini è stata veramente un’emozione incredibile. Ritornare a vincere, proprio qua, una tappa del Giro di Sicilia, è un’emozione indescrivibile… dentro di me sta esplodendo un’emozione che è difficile poter esprimere”.

Sulla strategia di gara il corridore della Trek-Segafredo spiega: “Sapevo che la salita era molto dura, questo versante di qua non lo conoscevo molto bene, però conoscevo bene la discesa. Ho visto che è stata presa a un’andatura veramente molto forte, poi nel momento in cui si è abbassata ho pensato di picchiare duro, sono andato per continuare con un passo importante fino in cima, sentivo via radio che qualcuno provava ad avvicinarsi ma poi ritornava indietro, quindi il passo era molto buono e poi una volta arrivati in cima c’era solo da pedalare per andare fino all’arrivo. In discesa ho sbagliato anche una curva, e la conoscevo, però non so, forse ho perso un attimo di concentrazione, però sono veramente molto emozionato di aver vinto qui come dicevo. La squadra comunque mi ha dato un grande supporto, Adriano Baffi dall’ammiraglia mi ha guidato benissimo, tutta la squadra mi ha dato veramente una grandissima fiducia”.

Ora è inevitabile guardare avanti e farlo con fiducia, all’immediato dei prossimi appuntamenti, su tutti il Lombardia: “Una gara molto importante per me, a cui tengo. Io sono rientrato al Giro di Lussemburgo, le condizioni erano discrete, ho avuto un po’ di problemi fisici anche lì, mi sono ripreso molto bene, sono arrivato qui. Ieri era un arrivo molto esplosivo in salita, sono molto contento di aver visto anche Valverde vincere così, e vediamo, ci affacciamo a questa nuova settimana che arriva con delle gare italiane molto importanti”. Come dire, io ci sarò, pronto a fare la mia parte.

Informazioni su attività di comparazione dei siti scommesse e casino PayPal più affidabili.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile