Niccolò Bonifazio supera Elia Viviani all'ultimo respiro e vince la quarta tappa della Route de Occitanie
Niccolò Bonifazio supera Elia Viviani all'ultimo respiro e vince la quarta tappa della Route de Occitanie

Bonifazio rischio e gioia: sua l’ultima della Route de Occitanie, generale a Woods

Una volata ha chiuso oggi la Route d’Occitanie ed è stata gran bagarre tra i velocisti italiani presenti, coronata dalla prima vittoria stagionale per Niccolò Bonifazio, ventesima da professionista. Nella quarta tappa della corsa francese, la Les Angles-Auterive di 188.3 km, il 28enne della TotalEnergies ha superato praticamente sulla linea d’arrivo Elia Viviani (INEOS Grenadiers), in testa fino ai 20 metri, passando su una striscetta impossibile di asfalto tra il veronese e le transenne: tanto pelo sullo stomaco per Niccolò, ma alla fine la soddisfazione della sospirata affermazione. Bonifazio ha preceduto Matteo Moschetti (Trek-Segafredo), Max Kanter (Movistar) e Viviani, che alla fine è scivolato addirittura giù dal podio; a seguire nell’ordine d’arrivo si sono piazzati Thomas Boudat (Go Sport-Roubaix Lille Métropole), Mattias Skjelmose Jensen (Trek), Alejandro Valverde (Movistar), Jonas Gregaard (Uno-X), Jesús Herrada (Cofidis) e Kim Heiduk (INEOS).

Qualche piccolo spostamento in classifica per via degli abbuoni distribuiti nel corso della tappa (Gregaard ha guadagnato addirittura due posizioni) non cambia il senso della generale, che va in archivio col successo di Michael Woods. Il canadese della Israel-Premier Tech precede di 1’16” Carlos Rodríguez (INEOS), di 1’21” Herrada, di 1’24” Valverde, di 1’44” Skjelmose Jensen e di 1’47” Gregaard; Nairo Quintana (Arkéa Samsic) perde una posizione e chiude settimo a 1’48”, stesso ritardo di Cristián Rodríguez (TotalEnergies), e la top ten è completata da Nicolas Edet (Arkéa) a 3’41” e Andrey Zeits (Astana Qazaqstan) a 4’48”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile