Fabio Felline in maglia Trek-Segafredo © Trek-Segafredo
Fabio Felline in maglia Trek-Segafredo © Trek-Segafredo

La sfortuna si accanisce su Felline: il piemontese out per almeno 45 giorni

Continua il momento difficile di Fabio Felline. Il piemontese, che avrebbe dovuto prendere parte alle classiche delle Ardenne, deve fare i conti con la recrudescenza del medesimo problema che lo ha colpito nella seconda parte del 2017, ossia la toxoplasmosi. E il periodo di riposo che lo attende è alquanto lungo, dato che dovrà stare fermo almeno fino a fine maggio.

Il responsabile medico della Trek-Segafredo Gaetano Daniele spiega la situazione: «Fabio non si è mai sentito in piena forma in questa stagione e, su sua richiesta, abbiamo deciso di sottoporlo a nuovi esami del sangue i quali hanno mostrato che non era pienamente guarito dalla toxoplasmosi della scorsa stagione. Abbiamo sentito degli infettivologi ed è stato deciso di iniziare un trattamento che durerà almeno sei settimane e che, se tutto va per il meglio, sradicherà definitivamente il parassita».

Queste invece le parole di Felline: «Sono decisamente arrabbiato e triste per non poter gareggiare nelle classiche. Dal ritiro del Tour de France non mi sono mai più tornato nella stessa forma che avevo nella prima parte di 2017. Sarò fuori fino a fine maggio e, sfortunatamente, non è la prima volta in carriera che devo ricominciare dopo delle delusioni. Tuttavia sono motivato e lavorerò duramente per tornare in forma prima nel più breve tempo possibile».

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile