La francese Gladys Verhulst beffa la Top Girls-Fassa Bortolo al GP de Chambéry

Grande prestazione di squadra della Top Girls-Fassa Bortolo oggi al GP Féminin de Chambéry, gara inserita nel calendario UCI con categoria 1.2 e che si è disputata su un percorso abbastanza accidentato di un centinaio di chilometri: la formazione veneta di Lucio Rigato ha piazzato ben tre atlete nelle prime quattro posizioni dell’ordine d’arrivo, ma con un po’ di amaro in bocca visto che a vincere è stata la francese Gladys Verhulst, 24enne dell’Arkéa (già quarta al Le Samyn) che oggi correva con i colori della nazionale francese.

La corsa si è decisa con una lunga fuga di Gladys Verhulst e Giorgia Bariani che hanno preso quasi tre minuti di vantaggio sul resto della concorrenza, salvo poi perdere inevitabilmente terreno nel finale per la stanchezza e per i giochi tattici del caso. Nel finale comunque Verhulst è riuscita ad avere la meglio sulla 20enne della Top Girls che comunque ha messo in mostra ottime qualità contro una rivale più esperta. A soli 19″ di distanza sono arrivate Debora Silvestri e Greta Marturano, entrambe della Top Girls, che nel finale avevano provato una rimonta che solo per poco non si è concretizzata.

Nella top10 dell’ordine d’arrivo troviamo altre tre atlete italiane, tutte della formazione bergamasca Isolmant-Premac-Vittoria di Giovanni Fidanza: quinta a 1’09” è arrivata Francesca Pisciali, settima a 1’10” Francesca Baroni e decima a 1’14” Gaia Realini.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile