Annemiek van Vleuten esulta al traguardo © Photo Gomez Sport
Annemiek van Vleuten esulta al traguardo © Photo Gomez Sport

Van Vleuten domina la prima tappa della Setmana Valenciana, tre italiane nelle 10

Non si era potuta disputare a febbraio a causa dell’emergenza Covid-19, ma gli organizzatori sono riusciti a ricollocare la Setmana Ciclista Valenciana nel mese di maggio ad aprire un’interessante serie di corse femminili su suolo spagnolo. Oggi si è quindi disputata la prima tappa con partenza da Barxeta e arrivo a Gandia dopo 125 chilometri e quattro gran premi della montagna: la corsa è risultata come prevedibile molto selettiva e sull’Alto Barx, l’ultima e la più impegnativa delle salite in programma, è iniziato lo show solitario di Annemiek van Vleuten.

La campionessa europea in carica ha spalancato il gas in salita ed ha fatto letteralmente il vuoto alle proprie spalle: la stella della Movistar ha immediatamente messo una serissima ipoteca sulla vittoria finale della corsa, essendo riuscita a tagliare il traguardo con 2’06” di vantaggio su Mavi Garcia (Alé), unica che aveva provato a seguirla in salita, pagando poi pesantemente scotto. A 2’21” da Van Vleuten è arrivato un drappello di dieci atlete regolato dalla norvegese Katrin Aalerud, ed in cui erano presenti anche tre italiane: per l’Aromitalia-Basso Bikes-Vaiano c’era Letizia Borghesi che ha chiuso al quarto posto, per la Top Girls-Fassa Bortolo invece erano presenti Debora Silvestri e Greta Marturano, rispettivamente ottava e decima al traguardo.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile