Chris Froome ha risposto alle critiche © Israel Start-Up Nation
Chris Froome ha risposto alle critiche © Israel Start-Up Nation

Froome al contrattacco: “Le critiche mi fanno solo ridere”

Chris Froome al contrattacco. Evidentemente stanco delle critiche che gli stanno piovendo addosso – tra cui quelle d Bernard Hinault, il quale ha detto che la sua carriera sta per finire – il 36enne della Israel Start-Up Nation ha deciso di rispondere. E lo ha fatto con un video in cui, nel ricordare la gravità dell’infortunio subito al Giro del Delfinato 2019, dice essenzialmente una cosa: “Le critiche mi fanno solo ridere: più ne ricevo, più mi impegno”.

“Dopo il Tour des Alpes e il Tour de Romandie, ho sentito molte persone sui social dirmi di mettere via la bici, che ero finito – ha detto il britannico -. Mi fa solo ridere. Conta quanto è stato grave il mio infortunio e quando sono ritornato. Queste persone non sanno chi sono. Non sono una persona che si arrende e so che posso farcela. Ci vuole solo tempo, ci vuole tempo. Lavoro, sono pronto a fare i sacrifici necessari. Più critiche ricevo, maggiormente sono motivato a fare di più”.

“Tornerò a Tenerife per due settimane per fare un lavoro intenso in quota – ha annunciato il quattro volte vincitore del Tour France – Le ultime gare mi hanno aiutato molto, anche se non mi sono mostrato al meglio. Mi è piaciuto provare questa intensità in gruppo. E questo mi aiuta a ritrovare le mie sensazioni. Le cose sono andate meglio di qualche settimana fa al Giro di Catalogna. Sento che sto progredendo e mi sento bene in gruppo. L’obiettivo ora sarà lavorare sul mio corpo e perdere un po ‘di massa muscolare che ho acquisito durante la riabilitazione”.

Di seguito il video di Froome.

 

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile