Nuove regole per il lancio di borracce al Giro d'Italia © Giro d'Italia
Nuove regole per il lancio di borracce al Giro d'Italia © Giro d'Italia

L’UCI: “Sì al lancio di borracce in salita al Giro”. Ma solo negli ultimi 50 km

L’UCI cambia le regole sul lancio di borracce e rifiuti al Giro d’Italia: sarà consentito gettarli al pubblico sulle salite, ma solo negli ultimi 50 km della tappa. Si è stabilito anche di ampliare il numero delle green zone; per il momento, le novità riguardano solo la Corsa rosa, dove la federazione internazionale ne valuterà l’impatto al fine di stabilirne l’eventuale adozione per altre gare.

Questo il comunicato dell’UCI. “L’Union Cycliste Internationale ha deciso, in accordo con RCS – gli organizzatori del Giro d’Italia – il CPA e l’AIGCP, organismi che rappresentano rispettivamente i corridori e le squadre, di apportare alcune modifiche al regolamento relativo al lancio di borracce e altri rifiuti durante la gara introdotto nel 2021 (il 1 ° aprile). Le modifiche entreranno in vigore dalla tappa 11 del Giro d’Italia 2021 e rimarranno in vigore fino alla fine della gara”.

“I corridori – prosegue l’UCI – non saranno sanzionati per il lancio di una borraccia al pubblico sulle salite negli ultimi 50 km della tappa. Tuttavia, i corridori devono assicurarsi che il lancio verso il pubblico non presenti alcun pericolo, né per gli spettatori (in caso di lancio troppo violento) né per gli altri corridori (nel caso in cui la bottiglia venga lanciata e rotoli sulla strada). In caso di mancato rispetto di queste condizioni e precauzioni, le sanzioni saranno mantenute in conformità con i regolamenti UCI attualmente in vigore”.

“In ogni tappa, e per facilitare la fornitura di musette e il loro lancio da parte dei corridori, l’organizzatore aggiungerà una o due green zone (che saranno lunghe da uno a due chilometri se possibile), la cui ubicazione verrà indicata alle squadre – annuncia l’UCI – L’organizzatore si impegna a raccogliere i rifiuti in queste green zone, in conformità con i regolamenti e la politica di sviluppo sostenibile dell’UCI”.

“In particolari situazioni di gara che potrebbero portare i corridori a gettare borracce o rifiuti al di fuori delle zone previste a tal fine (cosa vietata), il Collegio dei Commissari, autorizzato dai regolamenti UCI in vigore, avrà la possibilità di non sanzionare il corridore se ritiene la situazione eccezionale”.

“Questi adattamenti alle regole attuali fanno parte del desiderio dell’UCI di apprendere dalle esperienze dei vari protagonisti degli eventi – si conclude nella nota – al fine di avere regole coerenti che garantiscano la sicurezza degli interessati. Queste nuove regole saranno valutate per determinare se debbano o meno essere applicate in futuro a tutti o parte degli eventi del calendario della strada internazionale UCI”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile