Nairo Quintana vince la diciassettesima tappa del Tour de France 2018 © ASO - Alex Broadway
Nairo Quintana vince la diciassettesima tappa del Tour de France 2018 © ASO - Alex Broadway

Ecco la Movistar per la Vuelta a España: Quintana leader, Carapaz e Valverde al suo fianco

Promette di essere, come spesso capita nella corsa di casa, la formazione faro della Vuelta a España 2018, al via sabato 25 da Malaga con una cronometro individuale. E leggendo i nomi della selezione non può che essere altrimenti: il Movistar Team si presenta all’ultimo grande giro della stagione con una formazione di altissimo livello, nonostante la forzata rinuncia a Mikel Landa.

L’uomo che curerà la classifica nel sodalizio navarro sarà Nairo Quintana: vincitore dell’edizione 2016, il colombiano è chiamato a fornire una risposta dopo gli ultimi due Tour de France nei quali non è mai stato in lizza per il successo finale, lui che delle corse a tappe di tre settimane è uno dei massimi esponenti degli anni ’10.

Come aiutante di extralusso ci sarà Alejandro Valverde: il murciano punta senza mezzi termini al Mondiale di Innsbruck ed è pronto a mettere in secondo piano le ambizioni di classifica. Altro gregario di qualità assoluta sarà l’ecuadoriano Richard Carapaz, rivelazione del Giro d’Italia con il quarto posto finale e il successo a Montevergine.

Non che il resto della formazione sia di livello mediocre, anzi. Il costaricano Andrey Amador è uomo per tutte le stagioni e di provata affidabilità nelle salite, così come il colombiano Winner Anacona è un gregario di razza quando la strada sale. Il portoghese Nelson Oliveira sarà, verosimilmente, il primo ad entrare in azione quando la strada sale mentre in pianura toccherà all’aretino Daniele Bennati e allo spagnolo Imanol Erviti il compito di tirare e proteggere i capitani.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio




Versione stampabile